CLF MODIL - - Biogest service

Vai ai contenuti

Menu principale:

CLF MODIL
Il digestore CLF MODIL è un moderno, ed economico sistema di trattamento biologico dei liquami, dei digestati da biogas ed in generale dei reflui zootecnici ed agroalimentari rifacendosi a sistemi naturali di trasformazione in sostanza organica.
La tecnologia di trattamento dei liquami e/o digestato liquido CLF MODIL consiste nella trasformazione degli effluenti di allevamento liquidi e/o digestato in materiale palabile con l’impiego di materiale organico a basso contenuto di umidità (paglia trinciata, truciolo di legno,segatura, stocchi di mais trinciati – se sufficientemente asciutti, ecc.) distribuito preventivamente in un reattore a sviluppo orizzontale.
Una attrezzatura meccanica, su carroponte, percorre giornalmente su binari l’impianto effettuando dapprima la distribuzione in superficie del liquame e/o digestato e successivamente la movimentazione e l’ossigenazione della biomassa.
L' aspetto più importante del processo produttivo svolto dal digestore CLF MODIL è il rapporto tra il volume di liquame immesso sul substrato scelto e il volume del prodotto ottenuto al termine del processo produttivo.
Le sperimentazioni condotte su tale argomento hanno dimostrato che a seconda del substrato utilizzato la riduzione del volume totale immesso nel sistema si attesta tra l'80 e il 90 % .
Il prodotto finale ottenuto, oltre ad essere palabile, risulta avere un minor impatto ambientale grazie alla diminuzione della percentuale in azoto, rispetto al liquame tal quale di partenza e quindi più convenientemente trasportabile a distanza.
Inoltre, la maggiore stabilità del prodotto ottenuto rispetto al normale liquame consente di contenere notevolmente gli odori e le emissioni che seguono la sua distribuzione in campo, anche in prossimità di centri abitati con l'eliminazione dei disagi per la popolazione residente.
Va sottolineato che la gestione dei liquami su lettiera esterna determina notevoli perdite di azoto ammoniacale dalla massa.
Queste ultime, nel corso sperimentazione hanno raggiunto valori prossimi al 23% dell’azoto totale immesso nell’impianto nel corso dell’intero ciclo.
Le emissioni ammoniacali, inoltre, sono accettabili in un’ottica di allevamento ecocompatibile, dato che quelle di gas azotati rilevate (NH3 e N2O) si attestano su valori di non significativa rilevanza.
In un'ottica aziendale, la tecnologia del digestore CLF MODIL si dimostra molto interessante poiché oltre a contribuire alla riduzione dell’azoto degli effluenti di allevamento, a limitare le emissioni di gas ammoniacali e gas serra, permette di ridurre la superficie di smaltimento.
Altro aspetto positivo è la possibilità di immettere il compost prodotto in un mercato dove gli ammendanti (ammendanti compostati, torba, ecc.) continuano inesorabilmente a confermare il loro trend di crescita che ormai si ripete da una decina d’anni a scapito dei concimi minerali.
Ciò è da imputarsi ad una maggior attenzione per la sostanza organica in linea con le politiche agricole dell’Unione Europea, tendenti ad incentivare l’impiego di ammendanti e concimi organici in sostituzione parziale dei concimi minerali di sintesi.
Il processo CLF Modil rappresenta una tecnologia innovativa che porta benefici e vantaggi agli allevatori, una migliore salvaguardia dell’ambiente e qualità della vita, con forte risparmio energetico, riduzione di costi, eliminazione dei cattivi odori e realizzazione di un importante circolo virtuoso nella filiera produttiva degli allevamenti zootecnici.
Il CLF Modil è un sistema che richiede bassi costi di gestione, di manutenzione e di assistenza.








TRASFORMAZIONE DEI REFLUI E DIGESTATI
Trasformazione dei reflui zootecnici, digestati ed agroalimentari in un prodotto palabile, stabile, privo di odori, che può essere utilizzato in ambito agronomico o commercializzato.

RIDUZIONE DEI VOLUMI INIZIALI
Con l' utilizzo dell' impianto CLF Modil si ha una riduzione dei volumi dei reflui immessi fino a -85%

RIDUZIONE NITRATI
Il CLF Modil permette di ridurre i nitrati (carico di azoto) dei reflui e digestati trattati per mezzo del processo di fermentazione aerobica

RIDUZIONE DEI TERRENI
Conseguentemente alla riduzione del carico di azoto si avrà una proporzionale riduzione dei terreni necessari per le pratiche di spandimento del prodotto ottenuto (FINO A -75%), questo anche a vantaggio delle zone vulnerabili.

SOSTANZA ORGANICA ECOCOMPATIBILE
Il prodotto ottenuto con l' utilizzo del CLF Modil si rivela un ammendante ecocompatibile che apporta ai terreni la sostanza organica necessaria al ripristino dei terreni impoveriti dalle coltivazioni.
Il COMPOST che ne esce,oltre ad essere privo di infestanti, coli, muffe, miceli, insetti e larve, acquisisce un grande valore commerciale ed una eccellente stabilizzazione.

ELIMINARE ODORI ED EMISSIONI NOCIVE
Test effettuati dimostrano come anche durante il ciclo di lavorazione gli odori ed le emissioni siano molto al di sotto dei limiti posti dalle normative vigenti 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu